Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Squinzi: operai Mapei e imprenditori alla camera ardente


MILANO Dolore composto ma soprattutto affetto. È quello che si percepisce intorno alla salma di Giorgio Squinzi che, non fosse per gli occhiali, sembra dormire nella suite adornata di fiori bianchi riservatagli presso la Casa funeraria San Siro. In via Corelli l'omaggio al presidente della Mapei ed ex presidente di Confindustria è iniziato molto presto, con le prime visite già prima delle 8 del mattino.



Tanti i collaboratori, i dipendenti, anche una squadra con la divisa blu e gialla, che hanno voluto dargli un ultimo saluto e firmare il libro di condoglianze. Sono passati, silenziosamente, Luigi Abete, Antonio Amato, Carlo Pesenti e don Mazzi. La famiglia, che ha chiesto estrema riservatezza, si riunirà nel pomeriggio. Anche quella 'neroverdè partirà da Sassuolo dopo l'allenamento per una visita alla camera ardente che resterà aperta fino a lunedì mentre i funerali si celebreranno in Duomo nel pomeriggio.



A Sassuolo giornata di lutto cittadino lunedì prossimo, 7 ottobre, in concomitanza con le esequie di Giorgio Squinzi. Lo ha deciso, con una ordinanza, il sindaco Gian Francesco Menani. E dunque verranno esposte le bandiere a mezz'asta o listate a lutto sugli edifici comunali, provinciali, regionali e statali.



Viene poi suggerito un minuto di raccoglimento in tutti gli uffici pubblici e privati, nelle attività produttive e nelle abitazioni. e agli esercenti del centro viene chiesto di tenere le serrande abbassate alle 14.45 in concomitanza con l'inizio delle esequie. L'ordinanza dispone che sia osservato da parte della cittadinanza «un comportamento consono alla giornata di lutto, astenendosi da attività ludiche e ricreative ed ogni altro comportamento in contrasto con il decoro urbano e la finalità dell'ordinanza stessa».



Intanto, la Femca Cisl Emilia Centrale si unisce al cordoglio per la scomparsa di Squinzi. «Uomo e imprenditore aperto al dialogo e al confronto, è stato lungimirante nelle scelte industriali per favorire l'innovazione, patrimonializzazione e internazionalizzazione delle sue aziende- sottolinea il sindacato ceramisti e chimici della cisl- attento al territorio e rispettoso delle persone che hanno lavorato per lui, ha ridato centralità all'industria rispetto alla finanza: un tema di grande attualità e una lezione da seguire. con squinzi- conclude la femca- se ne va una figura importante non solo per il distretto di sassuolo, ma per il paese intero»


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza