Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Sfida in auto a tutta velocità Sassolesi e carpigiani nei guai


SASSUOLO. Viaggiavano ad alta velocità, superandosi l’un l’altro, per provare su strada - come fosse un circuito - le loro auto sportive di grossa cilindrata. Cinque giovani italiani - di età compresa tra i 20 e i 27 anni, sassolesi e carpigiani - sono stati pizzicati dalla polizia, nel Reggiano, mentre erano intenti ad una “sfida” tra di loro, costata la patente ai due guidatori. I diretti interessati, che si sono dimostrati collaborativi, hanno affermato di essere amici e di aver voluto provare su strada le prestazioni particolari delle vetture di pregio, il cui costo supera i 50mila euro. Il gruppo, ovviamente, ha negato di aver partecipato a una competizione non autorizzata e, quindi, clandestina, cui peraltro non stava assistendo nessuno.



La polizia ha identificato i due conducenti, di 22 e 27 anni, contestando loro ben tre violazioni al codice della strada: eccesso di velocità, sorpasso in striscia continua e mancato rispetto della segnaletica. Infrazioni che, da sole, hanno azzerato in ’un sol colpo i punti delle loro patenti, che sono state sospese. Gli inquirenti non hanno potuto addebitare agli automobilisti il reato di gara clandestina - punibile con la reclusione da 1 a 3 anni e una multa da 25mila a 100mila euro, in caso si verifichi un episodio di morte la pena di reclusione sale dai 6 ai 12 anni - perché mancavano i presupposti. Dopo una paternale, ai cinque giovani non è rimasto altro che tornarsene a casa.



L’episodio dimostra come la tangenziale di Reggio in direzione sud-est sia ormai diventata il luogo prediletto per gli amanti della velocità, come hanno più volte segnalato i residenti.



L’APPOSTAMENTO



In passato, diversi cittadini che abitano nei dintorni di via Osvaldo Salvarani (la strada provinciale 114 che da Canali conduce a Masone) e di via Osvaldo Piacentini (la provinciale 114 all’altezza della frazione di Due Maestà), sempre nel Reggiano, hanno segnalato di aver udito, e talvolta di essere stati svegliati, dal rombo dei motori di vetture lanciate ad alta velocità.



Per questo giovedì scorso, alle 23.30, la questura ha predisposto un servizio di controllo. Due pattuglie della volante si sono recate in via Salvarani e si sono appostate a lato della carreggiata, in attesa di comportamenti anomali. I poliziotti non hanno dovuto attendere molto perché, a un certo punto, si sono visti sfrecciare davanti due auto sportive: una Zeta 4 Bmw e un’Audi S1, con quest’ultima che ha eseguito un sorpasso azzardato della Bmw.



Le pattuglie hanno acceso le sirene e, dopo un breve inseguimento facendo segno con la paletta, hanno fermato le macchine che viaggiavano a quasi il doppio rispetto al limite di velocità in vigore in quel tratto (70 chilometri orari). Sull’Audi si trovavano tre giovani, sulla Bmw - un modello spider, con soli due posti - altri due. —