Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Reggio Emilia: nuovo colpo inferto dalla polizia alla criminalità nigeriana

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno capito di avere individuato due presunti pusher specializzati nel commercio di molteplici qualità di stupefacente quando, un assuntore ha candidamente dichiarato che il proprio fornitore trattava così tante varietà di stupefacente che, in un caso, gli aveva consegnato, per errore, una dose di eroina anziché di cocaina.


Mercoledì e giovedì la Squadra Mobile, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha tratto in arresto due giovani cittadini nigeriani gravemente indiziati di traffico di sostanza stupefacente.


L’attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica, ha preso le mosse dal monitoraggio, fortemente voluto ed intensificato dal Questore Ferrari, dell’area della stazione ed ex Reggiane.


L’attività di osservazione ha permesso di individuare un primo presunto pusher,  tratto in arresto in flagranza di cessione in data 7.2.2020 e 28.02.2020; in entrambi i casi l’apprensione del giovane veniva differita, di intesa con la procura della Repubblica e secondo una consolidata prassi operativa, per potere risalire la filiera dello spaccio.


L’attività proseguiva e ha permesso di individuare un secondo presunto pusher che veniva tratto in arresto differito dagli investigatori della Squadra Mobile e, in data 04.03.2020 e 06.03.2020.


In data 17 e 18 giugno, quindi, si dava esecuzione agli arresti differiti operati rintracciando e traendo in arresto entrambi i giovani. Presso l’abitazione di uno dei due, in via Gorizia, venivano rinvenute 19 dosi di sostanza stupefacente tipo cocaina pronte per la cessione e, quindi, veniva nuovamente tratto in arresto in flagranza di reato anche per questa detenzione.


La escussione degli assuntori, individuati nel periodo di monitoraggio di entrambi i presunti pusher, consentiva di ricostruire il vorticoso giro di spaccio di sostanza stupefacente varia (cocaina, eroina e marijuana).


L’operazione avviene a pochi giorni dall’esecuzione della misura cautelare in carcere emessa dal GIP a carico di cinque soggetti (quattro cittadini nigeriani ed un cittadino filippino) gravemente indiziati, a vario titolo, di traffico, anche internazionale, di sostanza stupefacente.


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza