Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Pioggia da record in novembre: 201 millimetri a Modena. Mirandola batte tutti con 206,6


MODENA Un novembre che più piovoso non si può Verrebbe da dire così leggendoi l'analisi dei dati meteorologici relativi al mese che si è appena concluso, svolto con puntualità dai tecnici del Centro Meteo Emilia Romagna



"Novembre 2019 è stato caratterizzato da spiccate condizioni perturbate, con accumuli mensili abbondantemente superiori alla media su gran parte della nostra regione. - spiega Federico Antonioli del Centro Meteo Emilia Romagna - Le piogge son risultate frequenti su tutti i settori, dalla zona montana alla costa, passando per la pianura. Spiccano su tutte le città dei settori occidentali, con surplus di oltre 100 mm rispetto alla media di riferimento, mentre altrove esso è risultato più contenuto. Accumuli eccezionali in Appennino, con oltre 800 mm in alcune zone del Reggiano. Ospitaletto ha battuto il record del Novembre 2000 grazie ai suoi 862.6 mm. In linea generale, valori compresi tra 600 mm e 900 mm sul comparto appenninico occidentale, tra 300 mm e 600 mm sul comparto centro-orientale. In pianura record per Mirandola, come riportato dal dato di MirandolaMeteo, che batte il Novembre 1946 con i suoi 206.6 mm di pioggia".



Discreto anche il dato delle nevicate, con accumuli superiori al mezzo metro alle quote più alte dell’Appennino. Molte criticità di tipo idro-geologico "Tale situazione non ha fatto altro che favorire l’innesco di criticità di tipo idrogeologico. - prosegue il rapporto di Antonioli  - Le piogge, nonché le nevicate registrate sull’Alto Appennino(e successiva fusione di parte del manto nevoso), han causato le piene dei fiumi, facendo registrare criticità nei bacini di Taro, a seguito di abbondanti piogge sul crinale appenninico, e nei tratti vallivi dei corsi d’acqua dell’Emilia centro-orientale. In particolar modo, le problematiche maggiori son derivate dalle piene di Secchia, Panaro, Reno e Idice, la cui rottura dell’argine ha causato l’esondazione nelle campagne di Budrio (BO) e aree limitrofe".



piogge-capoluoghi-novembre-2019 (1).jpeg



Degli ultimi giorni è la Piena del Po, causata principalmente dagli accumuli altrettanto abbondanti registrati sul Nord-Ovest Italiano, con la situazione rientrata nella giornata di Sabato 30 Settembre. Un’altra problematica è risultata quella delle mareggiate, che si son registrate a metà del mese, favorite anche da coefficienti di marea alti. Diversi i danni lungo la nostra costa, con ingressioni marine e alcuni stabilimenti invasi dall’acqua.



C'è anche una buona notizia Non solo effetti negativi: l’abbondanza di precipitazioni ha favorito un deciso incremento del volume d’acqua contenuto nel bacino di Ridracoli. "Attualmente esso si attesta sul 77%. Rispetto al 2018, posiamo vedere come la differenza sia abbastanza marcata, a fine Novembre dello scorso anno vi erano 15 milioni di metri cubi in meno di acqua. - prosegue l'analisi di Antonioli - Insomma, un mese di Novembre con le precipitazioni protagoniste, le quali han dato luogo sia agli effetti positivi che a quelli negativi sul nostro territorio. Un territorio che tuttavia ha mostrato nuovamente le sue fragilità idrogeologiche, le quali devono essere necessariamente mitigati con apposite misure di prevenzione. Come già scritto in questo articolo, non è possibile utilizzare l’argomento “clima” come alibi per l’incuria che troppo spesso si registra".


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza