Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Pescetelli lancia il piano di Carpi Futura «Lavoro, sanità e ambiente le priorità»


CARPI. Lavoro, contrasto alla povertà, soluzioni all’emergenza abitativa, ma anche aree verdi libere e eventi culturali di cui Carpi sia il centro, non il traino. Il tutto aggiungendo l’ingrediente della lista civica, che presenta come punto di forza la capacità di aggregazione andando oltre gli schemi dei partiti. Oltre 200 persone hanno gremito l’auditorium Loria per la presentazione del candidato a sindaco di Carpi Futura, Michele Pescetelli.



Carpi, il candidato Pescetelli: "C'è bisogno di innovazione"foto da Quotidiani localiQuotidiani locali



Con calma, pacatezza, ma anche con decisa chiarezza, Pescetelli, affiancato dall’avvocato Rita Bosi e dall’imprenditore Davide Lugli ha proposto i temi di una delle formazioni politiche su cui i riflettori sono maggiormente puntati, in vista delle amministrative di maggio.



Come ha ricordato Rita Bosi, la lista deriva da un’esperienza ormai decennale, che affonda le proprie radici in Alleanza per Carpi. La parola d’ordine è: progetto. Ed è a diversi progetti che sono ispirati i sei gruppi di lavoro in cui si declina la civica, incentrati su: sicurezza, economia, giovani, comunità, sociale, sport. Senza dimenticare la sanità: Pescetelli, tra l’altro, è medico.



«Si deve superare il tema: ospedale nuovo sì o no - dice il candidato - La vera questione è come riorganizzare i servizi sanitari sul territorio con una visione di respiro provinciale. Il Ramazzini non è certo moderno, ma serve una nuova idea di struttura realizzata senza che si lavori per slogan».



Altro caposaldo è lo stop alla cementificazione selvaggia, a vantaggio di “aree verdi libere e non piccoli spazi. Si deve ragionare, inoltre, sulla possibilità di recintare certi parchi, per proteggere questo patrimonio”.



Sull’ambiente, poi, Pescetelli ha posto l’accento sulla necessità di una metodologia più efficace alla base della differenziata. Un “pacchetto sicurezza” sarà poi il cardine di proposte concrete, “ben consci che non si tratta di un problema soltanto locale”.



Per quanto riguarda il sociale, la priorità di Carpi Futura è “produrre servizi che servano alla persona, non agli operatori, come sono, invece, molti dei servizi del Comune”.



La vocazione della città, inoltre, non può essere solo quella di “riempirci di centri commerciali - aggiunge Pescetelli - ma, produrre qui deve costare meno, o fare in modo che qui si produca quello che non si riesce a fare da nessun’altra parte.



Per quanto riguarda gli eventi culturali, “la città ha bisogno di iniziative maggiormente collegate al mondo della scuola. Abbiamo peculiarità oggi poco valorizzate, come il Tonelli. Le iniziative presenti sono troppo slegate tra loro, inoltre”.



Da parte della civica, poi, c’è cautela nei confronti dell’indagine che ha travolto il Comune. Il soggetto con cui la lista potrebbe allearsi in caso di ballottaggio sarà inoltre svelato nelle prossime settimane.



Presenti all’auditorium, tanti esponenti politici di più schieramenti, come gli ex consiglieri Luca Lamma e Roberto Andreoli, Andrea Branchini del Movimento 5 stelle, Massimiliano Mariani, primo presidente di Carpi Futura. Ieri sera è stata occasione anche per tenere a battesimo la sede della civica in piazza Garibaldi 33, a pochi passi da quella del comitato per la rielezione del sindaco Alberto Bellelli. —