Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Operazione straordinaria di controllo “Alto Impatto” nella stazione ferroviaria di Bologna Centrale

660 persone identificate di cui 3 denunciate, 5 soggetti sanzionati amministrativamente, di cui 3 per violazioni in materia di sicurezza ferroviaria, decine di bagagli e veicoli controllati.


Questi i risultati dell’operazione straordinaria di controllo a viaggiatori e bagagli denominata “Alto Impatto”, la 5^ dall’inizio dell’anno, coordinata a livello nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria, conclusasi nella serata di ieri 13 agosto e che ha visto impegnati, nella sola stazione centrale di Bologna, 35 operatori della Specialità Polizia Ferroviaria unitamente ad unità cinofile della Polizia di Stato.


In particolare le tre denunce in stato di libertà si riferiscono ad un cittadino nigeriano ritenuto responsabile del reato di ricettazione poiché trovato in possesso di una bicicletta del servizio di bike sharing del Comune di Bologna alla quale era stato forzato il blocco di chiusura e manomesso il segnalatore GPS; un cittadino egiziano che a bordo treno si è rifiutato di declinare le generalità al Capo Treno ed a una cittadina romena identificata all’interno della stazione, inottemperante all’ordine di allontanamento emesso dal Questore di Bologna.


La giornata di controlli straordinari fa parte delle numerose iniziative della Polizia Ferroviaria finalizzate a garantire la tutela dei viaggiatori e la sicurezza del trasporto ferroviario, nonché ad incrementare il livello di sicurezza generale con azioni di contrasto delle attività illecite e la prevenzione di possibili azioni eversive.


Le attività, coordinate dal Centro Operativo Compartimentale della Polizia Ferroviaria mediante i sistemi di geolocalizzazione delle pattuglie e remotizzazione delle immagini di stazione, sono state ottimizzate grazie all’utilizzo degli smartphone in dotazione alle pattuglie per il controllo in tempo reale dei documenti elettronici.


Il dispositivo adottato dalla Polizia Ferroviaria, con il contributo di personale di Protezione Aziendale delle Ferrovie dello Stato e delle Guardie Particolari Giurate, è stato attuato effettuando i controlli di Polizia ai varchi di accesso alla stazione.


Mentre nell’area esterna alla stazione, analogo servizio di controllo, è stato effettuato ad opera della Questura con impiego di personale del Reparto Prevenzione Crimine e delle Unità Cinofile antiesplosivo e antidroga.


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza