Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Modena Rissa con lancio di vetri e sassi Paura alla stazione corriere


MODENA «Si lanciavano bastoni, vetri, pietre. Lanciavano di tutto come capitava accanto ai passanti. Gettavano le bottiglie a terra per far esplodere le schegge di vetro contro gli avversari. Hanno cercato di rovesciare la campana della differenziata per armarsi di altri vetri. C’era terrore, soprattutto tra chi aspettava il bus alla stazione delle corriere. Poi si sono messi a correre tra le auto verso viale Storchi».



È il racconto di una commerciante di via Fabriani, testimone oculare (come tanti altri passanti) della rissa violenta scoppiata giovedì pomeriggio in un bar e arrivata fin davanti a un altro bar di viale Storchi. Momenti di paura già conosciuti, purtroppo in questa zona. Negli ultimi mesi si scontravano gang di ragazzini che gestiscono lo spaccio di strada. Questa volta sono una quindicina di maggiorenni, indifferenti persino alla possibilità di colpire casualmente i passanti.



La rissa è avvenuta in due fasi, la prima interrotta dall’arrivo della polizia locale, gli agenti della sezione interforze (con la polizia di stato) del centro storico, che ha sede proprio nello stabile della stazione corriere, a due passi dalla rissa. Due ore dopo, è intervenuta la polizia di stato con una camionetta dell’esercito. Un’ambulanza ha portato via uno dei rissosi, rimasto ferito.



Voglia di parlare dell’accaduto c’è ma quasi tutti hanno paura. Confermano tutto ciò che si sa, ma nessuno ci mette il volto per paura di ritorsioni. «Quelle sono bande violente di ubriachi, litigano per lo spaccio di droga nella zona», spiegano. Solo la commerciante della zona accetta di raccontare restando però anche lei dietro l’anonimato.



«Giovedì pomeriggio è iniziato tutto verso le 4. C’era una decina di quei giovani nordafricani - tutti dai 18 ai 22 anni - che, come ogni giorno, sedeva sotto l’ombrellone di un bar. Erano ubriachi. Sono arrivati degli altri. Poco dopo hanno iniziato a gridare, a offendersi. In un attimo è scoppiata la rissa».



La testimone racconta di un caos improvviso nel momento in cui sono tutti sciamati accanto al bar. «La barista è corsa fuori spaventata. Ha tolto subito le sedie portandole all’interno del locale. Intanto quelli hanno iniziato a picchiarsi tra di loro. Poi si sono armati per colpirsi e ferirsi».



La scena si è svolta davanti alle pensiline d’attesa della stazione delle corriere. A quell’ora c’erano viaggiatori che aspettavano il loro bus, anche alcuni bambini. Il lancio di bottiglie, bastoni e pietre ha scatenato il panico. Tanti raccontano della fuga dalla stazione con grida di bambini spaventati.



Incuranti, i due gruppi che si azzuffavano hanno continuato a tirarsi di tutto. Poi, il tentativo, per fortuna fallito, di rompere la campana del vetro usato per impossessarsi di bottiglie da gettare in terra per far schizzare le schegge di vetro addosso agli avversari, come è stato fatto. L’arrivo della polizia locale li ha fatti scappare.



«Ma alle 18.30 - spiega la commerciante - sono tornati. Sempre davanti al bar, tutti armati di bottiglie e pietre, anche di bastoni. E la rissa è ricominciata da capo. Di nuovo si vedeva volare di tutto. Questa volta, però, qualcuno è scappato nel tratto finale di viale Monte Kosica cercando rifugio in un bar di via Storchi. «A quell’ora c’era parecchio traffico. Si inseguivano tra le auto. Saltavano sui cofani e si tiravano di tutto, come se niente fosse, e sicuramente hanno fatto qualche danno». Poi è arrivata in forze la polizia con una camionetta dell’esercito. Sono scappati di nuovo. Alcuni sono stati presi e identificati. Uno di loro, ferito, è stato portato in ospedale. —



C.G.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza