Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Modena, cade dalla bici e batte la testa: grave la direttrice del Museo Civico


MODENA. Stava percorrendo sulla sua bicicletta via Emilia Centro, vicino al Museo Civico che con tanta passione dirige, ma quella che avrebbe dovuto essere una tranquilla pedalata tra un impegno di lavoro e l’altro si è trasformata in una bruttissima caduta a terra e un ricovero d’urgenza in ospedale.



È caduta rovinosamente a terra battendo la testa, Francesca Piccinini, 61 anni, direttrice del Museo Civico.



Erano da poco passate le 14.30 quando la direttrice stava percorrendo in bicicletta il tratto di via Emilia Centro compreso tra via Carteria e via Ganaceto. Piccinini era diretta proprio verso il Museo Civico e si era lasciata alle spalle la Ghirlandina da pochi secondi. Accanto a lei si trovava un’altra ciclista, Tatiana P. 49 anni, residente a Modena, che, secondo le testimonianze, viaggiava nella stessa direzione, cioè verso ovest.



Le due donne, la direttrice del Museo Civico e la 49enne, stavano pedalando tranquille quando, improvvisamente, sulla destra, da via Ganaceto, hanno visto sbucare un furgone che stava per immettersi sulla via Emilia.



Quando Francesca ha notato spuntare il furgone, forse per paura di essere travolta, «ha alzato il braccio destro - come riportano le testimonianze - facendo segno all’autista di frenare. Mentre eseguiva questo movimento, ha perso l’equilibrio ed è caduta rovinosamente dalla bicicletta».



Chi ha assistito alla scena si è preoccupato molto per le sue condizioni: la direttrice, secondo quanto dichiarato dai testimoni, ha battuto la testa a causa della caduta e ha riportato ferite alla testa. Anche Tatiana è stata trascinata nella caduta, ma è riuscita a mantenere l’equilibrio.



L’autista del furgone si è fermato per prestare soccorso alla direttrice.



Sul posto sono arrivate l’ambulanza e l’automedica del 118. Dopo aver stabilizzato Piccinini sul posto, il personale sanitario l’ha trasportata a Baggiovara, dov’è ricoverata in prognosi riservata. In seguito alla caduta, ha riportato un trauma cranico, per il quale i medici stanno valutando un intervento chirurgico, e altre ferite.



In via Emilia sono accorsi gli agenti della Polizia Locale per raccogliere tutti i rilievi utili per la ricostruzione dell’esatta dinamica dell’incidente. Sono state prese anche tutte le testimonianze di chi ha assistito alla scena e di chi è accorso sul posto subito dopo. È stato reso, inoltre, di nuovo percorribile il manto stradale, attraverso l’intervento di una ditta specializzata che ha ripulito la via Emilia dopo l’incidente.



Gli agenti hanno anche esaminato la bicicletta per raccogliere elementi utili a capire se ci siano altri elementi che possano aver determinato la caduta improvvisa. Il tratto di via Emilia Centro è rimasto chiuso, quindi, per il tempo necessario a eseguire questi rilievi.



«Stavamo andando nella stessa direzione – racconta Tatiana – Eravamo entrambe in bicicletta. Poi è arrivato un furgone di consegne a domicilio sulla nostra destra: lei (la direttrice, ndr) si è spaventata vedendo il mezzo arrivare verso di noi. Ha alzato il braccio, come per fargli segno di andare piano o fermarsi ed è caduta a terra e in parte addosso a me che, però, ho mantenuto l’equilibrio». Anche Tatiana è stata ascoltata dagli agenti della Polizia locale una manciata di minuti dopo l’incidente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

 


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza