Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Mirandola. Rapina alla sala slot poco prima dell’alba Bottino 40mila euro


MIRANDOLA. Quarantamila euro di bottino. È stata a dir poco un jackpot fortunato la rapina di ieri mattina prima dell’alba, per i due banditi che hanno fatto irruzione alla sala slot Macao di viale Gramsci.



Almeno due, perché è inevitabile la convinzione che ad attenderli fuori ci fosse un terzo complice, a fare da autista e da palo.



I rapinatori quando sono entrati hanno puntato una pistola contro il personale che era presente nei locali della sala giochi. Poco prima delle 5.30, il Macao era infatti ancora chiuso, dopo la solita notte lunga. All’interno solo gli addetti di servizio, che si occupano di rassettare gli ambienti e preparare le colazioni.



«Abbiamo sentito bussare alla porta, ci hanno chiesto se si poteva fare colazione, ma non avremmo certo potuto immaginare...», hanno raccontato i baristi, scossi, ai primi militari dell’Arma che sono intervenuti sul luogo della rapina appena ricevuto l’allarme.



Insomma, hanno aperto, spianando inavvertitamente la strada ai due rapinatori.



Il resto è un film già visto. Ovvero le minacce e la sistematica “pulizia” di ogni cassetto in odore di soldi. Il bottino è di quasi quarantamila euro, secondo i primi conteggi. La coppia, maschi con jeans e carnagione chiara, si è poi dileguata a piedi.



Ma, come sempre, anche ieri nel locale, a cose fatte, nessuno voleva parlare. Tantomeno il responsabile, raggiunto telefonicamente. Circostanza che comunque non impedirà le indagini su tutta la linea dei militari del Nucleo Operativo di Carpi.



Data l’ora, comunque, non sarà facile trovare i testimoni. Più facile invece recuperare spezzoni essenziali dai sistemi di videosorveglianza privati delle aziende dei dintorni. La videosorveglianza pubblica, infatti, presenta le note lacune.



Per la cronaca, il Macao era stato rapinato anche un paio d’anni fa, con le stesse modalità operative. Allora il bottino era stato più magro e il colpo avvenne di domenica mattina, con i banditi che si infilarono in sala entrando dalla porta di servizio. Ma la sostanza non cambia. E, magari, neppure gli autori. —