Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

“Luci della città”, in piazza Liber Paradisus a Bologna concerti, spettacoli, letture con grandi interpreti in scena

Nicola Borghesi e Lodo Guenzi

Venerdì 17 settembre (ore 21.00) secondo appuntamento, in piazza Liber Paradisus a Bologna, della rassegna Luci della città, con due interpreti della scena teatrale e musicale, Nicola Borghesi e Lodo Guenzi.


La rassegna, con la direzione artistica di Elena Di Gioia e la produzione esecutiva, organizzativa di Cronopios, è promossa da Comune di Bologna in collaborazione con Enel Energia ed è inserita nell’ambito di Bologna Estate 2021, cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.


Nicola Borghesi e Lodo Guenzi sono insieme sul palco per la lettura scenica di due significativi testi della poesia e della letteratura. Testo della prima lettura è Canto alla durata del premio Nobel Peter Handke, che, prendendo spunto da Goethe, propone in questo poemetto una sua personale ricerca sul concetto e la sensazione di durata. Il secondo testo portato in scena è Sentieri nel ghiaccio del regista tedesco Werner Herzog. Racconto emblematico che ha la capacità di rappresentare in modo nuovo quell’Europa che attraversiamo in treno, in auto o sorvoliamo in aereo, quell’Europa di cui cogliamo di solito solo i paesaggi urbani, le fabbriche, le autostrade, i quartieri industriali.


Si prosegue sabato 18 settembre (ore 21.00) con Match – Iaia Forte vs Marta Dalla Via, confronto – spettacolo tra attrici, generazioni e poetiche. Un sorprendente match teatrale tra due attrici sfidanti: Iaia Forte, nota attrice di cinema e teatro d’autore e Marta Dalla Via, una delle attrici e performer più significative della nuova scena italiana, impegnate in una sfida a suon di confronti e performance, con la conduzione del critico teatrale e studioso Lorenzo Donati. Il lavoro si ispira a una delle trasmissioni RAI simbolo degli anni ’70: Match di Alberto Arbasino. Lo storico programma televisivo che Arbasino – maestro di intelligenza, di stile e di passione letteraria- conduceva, prevedeva un confronto, spesso nella forma di “scontro” dialettico, tra artisti o esponenti della cultura con percorsi e concezioni molto diverse sull’arte e la società.


Domenica 19 settembre (ore 21.00), il protagonista dell’ultimo appuntamento, è l’estro del camaleontico Luca Scarlini (scrittore, drammaturgo per teatri e musica, narratore, performance artist) che presenta Di luce e d’ombra, una narrazione realizzata appositamente per Luci della città. Un originale racconto, che attinge da storia dell’arte, filosofia, urbanistica e immaginario, dedicato al rapporto tra storia della luce e storia dell’ombra, tra aneddoti, ricostruzioni sul magico rapporto che lega da sempre l’umanità – e l’arte – all’ombra e alla luce.


Completano la rassegna, negli stessi giorni di spettacolo (ore 17), il ciclo di laboratori rivolti a bambine e bambini (dai 6 anni in su) per invitarli al riuso creativo di materiali di scarto aziendale. I laboratori hanno lo scopo di contribuire alla sensibilizzazione di alcuni importanti e quanto mai urgenti obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Ogni laboratorio propone un aspetto specifico e differente: dalle architetture alla costruzione di animali fino agli oggetti cattura – luce. Gli oggetti realizzati saranno consegnati ai bambini e alle bambine come ricordo e sarà allestita un’opera collettiva realizzata durante i laboratori da donare al punto Enel di Piazza Liber Paradisus. I laboratori sono realizzati in collaborazione con Re Mida Bologna Terre d’Acqua Centro di Riuso Creativo dei Materiali di Scarto Aziendale.


A partire dal 6 agosto 2021 è consentito l’accesso ai luoghi di spettacolo esclusivamente a chi è munito di certificazione verde COVID-19 (Green Pass), in ottemperanza al D.L. n. 105 del 23 luglio 2021. La certificazione dovrà attestare di aver fatto almeno una dose di vaccino oppure essere risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti oppure di essere guariti da COVID-19 da non più di sei mesi. All’ingresso dei luoghi di spettacolo il personale di servizio è tenuto a verificare la validità del certificato. Potrà inoltre essere richiesto il documento di identità a verifica della corrispondenza tra identità dello spettatore e dati contenuti nella certificazione. Per maggiori informazioni sulla certificazione verde consultare il sito www.dgc.gov.it/web.


INGRESSO LIBERO – POSTI LIMITATI

Per info e prenotazioni www.lucidellacitta.com


LABORATORI SUL RIUSO CREATIVO GRATUITI

prenotazione via mail a info@lucidellacitta.com o al numero 348 40218062


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza