Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Le proposte della giunta per gli esercenti: Cosap azzerata per un anno e sconti sulla Tari

Depennare il pagamento della Cosap a negozi, bar, ristoranti e artigiani alimentari per tutto il 2020, liberando questi esercizi dal canone di occupazione di suolo pubblico sia per gli spazi che già utilizzano sia per quelli che chiederanno di occupare fino a fine anno. E impiegare 118mila euro di risparmi per applicare uno sconto sulla Tari.

Sono due proposte che la giunta maranellese porterà all’ordine del giorno nel prossimo Consiglio comunale, finalizzate entrambe a sostenere il rilancio del commercio locale nella delicata fase economica che attraverseremo nei prossimi mesi.

“L’azzeramento della Cosap per 12 mesi


– spiega il sindaco Luigi Zironi -, oltre ad avere un beneficio diretto sulle finanze degli esercenti, consentirà a tutte le attività commerciali di sfruttare al meglio gli spazi all’aperto garantendo il distanziamento. Un vantaggio in termini di sicurezza per i cittadini e di introiti per gli esercenti, che ad esempio, vista la bella stagione, potranno puntare maggiormente su dehors e tavolini esterni. La crisi causata dell’epidemia ha colpito duramente questo settore: per questo abbiamo sentito l’esigenza di proporre misure fiscali così concrete, che da una parte lasciano risorse nelle tasche dei commercianti e dall’altra li supportano nella valorizzazione delle loro attività. Anche lo sconto da 118mila euro che proponiamo sulla Tassa rifiuti, reso possibile da una gestione virtuosa del bilancio comunale, va nella stessa direzione”.

Nel 2020, dunque, i titolari di bar, ristoranti, negozi al dettaglio, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio e rosticcerie non riceveranno alcun avviso di pagamento relativo alla Cosap, se la proposta della giunta verrà approvata dal Consiglio comunale. “In quel caso – aggiunge il sindaco Zironi – saranno semplificate e snellite anche le procedure per richiedere nuove occupazioni di suolo pubblico: per aree vincolate, ad esempio, non occorrerà il via libera della Soprintendenza. Nell’accordare le singole istanze degli esercenti, il Comune controllerà comunque che la proposta dell’esercente non intralci la viabilità e la sicurezza dei cittadini, e che non travalichi il buon senso riguardo all’entità e all’ubicazione delle metrature richieste”.

Il Decreto Rilancio, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, riguardo alla Cosap stabilisce per tutti i Comuni italiani uno sconto di 6 mesi, solo per bar e ristoranti. Quindi la giunta maranellese propone di fatto di raddoppiare il taglio fiscale e di allargare l’agevolazione anche alle altre categorie del commercio locale.

Riguardo alla Tari, invece, la giunta proporrà una variazione di bilancio da 118 mila euro: è una somma accantonata negli anni passati, anche grazie al recupero dell’imponibile sulla Tassa rifiuti e proprio con l’intento di farsi trovare pronti per un’eventuale emergenza. Si tratta di risorse vincolate, dunque possono essere impiegate solamente in ambito Tari e non si possono utilizzare per altre spese. Al momento a livello nazionale non sono stati ancora definiti i criteri d’applicazione per gli eventuali sconti sulla Tassa rifiuti. Quindi, in attesa di tali sviluppi, la proposta della giunta riguarda l’impiego della cifra accantonata, cioè lo sconto fiscale ad utenze non domestiche. In caso di approvazione, occorrerà poi un secondo passaggio in Consiglio comunale per declinare a livello locale le modalità e la platea delle agevolazioni stabilite dalla normative elaborate dal Governo.


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza