Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Le dà un passaggio e la violenta: arrestato dai carabinieri di Bagnolo in Piano

Prima si è offerto di darle un passaggio, poi l’ha violentata. Con le pesanti accuse di sequestro di persona e violenza sessuale aggravata i carabinieri della stazione di Bagnolo in Piano hanno identificato ed arrestato l’autore di un episodio di brutale violenza avvenuto nel reggiano.


Le risultanze investigative condivise dalla Procura reggiana hanno visto quest’ultima richiedere ed ottenere dal GIP del tribunale di Reggio Emilia un’ordinanza di custodia cautelare a carico di un nordafricano 45enne residente nella bassa reggiana, ora ristretto in carcere a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. I fatti risalgono al mese di settembre dello scorso anno quando la vittima, una ragazza reggiana poco più che ventenne, dopo aver trascorso la serata in un ristorante con degli amici, ha raggiunto con questi ultimi un bar del reggiano. Successivamente, essendo intenzionata a tornare a casa, contrariamente alle decisioni degli amici che volevano andare a ballare, aveva ottenuto un passaggio da un uomo che conosceva di vista in quanto cliente abituale del bar frequentato anche dalla stessa vittima. Salita in macchina, nonostante le sue rimostranze, si era vista costretta a girovagare facendo di tanto in tanto sosta in qualche bar per poi essere condotta in un appartamento dov’è stata spogliata e abusata sessualmente. Dopo la brutale violenza, era stata riportata nel bar dove era stata lasciata e dove sono sopraggiunti i genitori, che l’hanno accompagnata ai carabinieri di Bagnolo in Piano e quindi all’Ospedale alla luce delle sue condizioni fisiche e psicologiche.


Le indagini immediatamente avviate dai carabinieri della stazione di Bagnolo in Piano, si sono indirizzate nei confronti dell’odierno indagato, a carico del quale i militari hanno acquisito incontrovertibili elementi di responsabilità in ordine ai reati di sequestro di persona e di violenza sessuale aggravata. La Procura reggiana, condividendo con le risultanze investigative dei carabinieri richiedeva ed otteneva dal GIP del Tribunale di Reggio Emilia un provvedimento restrittivo di natura cautelare. Ricevuto il provvedimento i Carabinieri di Bagnolo in Piano, rintracciando il destinatario, vi hanno dato esecuzione conducendo il 45enne in carcere dove ora si trova ristretto a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.