Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Il Comune di San Benedetto Val di Sambro certificato come “Comune amico della famiglia”

Lo scorso 16 maggio il Comune di San Benedetto Val di Sambro ha ottenuto la certificazione “Comune amico della famiglia” nel corso della decima convention “Comuni Family Friendly” organizzata dalla Provincia autonoma di Trento con il Distretto della famiglia della Paganella, tenutasi ad Andalo (Trento). Si tratta dell’unico comune non trentino a cui è stato assegnato questo riconoscimento nel 2019, promosso dal Network nazionale comuni amici della famiglia.


Durante il convegno si è discusso di politiche comunali per il benessere della famiglia, tra traguardi raggiunti e prospettive di crescita. I Comuni che hanno conseguito la certificazione “Family in Trentino” al 31 marzo 2019 sono 93 e altri 70 sono in fase di acquisizione del marchio. Non si tratta di una prerogativa italiana: in Portogallo infatti esiste un modello di comuni amici della famiglia adottato dall’Observatório das Autarquias Familiarmente Responsáveis. Anche di questo modello si è parlato di questo convegno.


Il sindaco Alessandro Santoni, nel ricevere la certificazione, ha illustrato come l’amministrazione comunale di San Benedetto Val di Sambro abbia avviato diverse politiche a sostegno delle famiglie numerose.


Qualche mese fa infatti il comune aveva già annunciato l’assegnazione di contributi economici per famiglie numerose residenti, per le quali erano previsti anche sgravi sulla TARI, sull’addizionale IRPEF e sui servizi comunali di refezione o trasporto scolastico, pre-post scuola, campo estivo comunale. Nelle settimane scorse una comunicazione dell’amministrazione comunale ha illustrato questo progetto alle famiglie del territorio.


Al progetto di sostegno alle famiglie avviato dal Comune hanno aderito anche diverse attività commerciali: le famiglie destinatarie delle misure di sostegno infatti riceveranno una “family card” e le elenco delle attività che riserveranno loro particolari agevolazioni.


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza