Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Forum Eventi: incontro online con tre finalisti del Premio Strega, domenica in diretta streaming

Forum Eventi porta gli autori finalisti del premio letterario più importante d’Italia direttamente a casa dei lettori, grazie alla collaborazione dello Strega con BPER Banca: per quattro domeniche consecutive Stefano Petrocchi, direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, dialoga con tre scrittori di questa prestigiosa dozzina.


 


Il quarto e ultimo appuntamento, dopo quello delle domeniche scorse, è  domenica 17 maggio alle 17.30 con Gian Arturo Ferrari, Giuseppe Lupo e Alessio Forgione.


In “Ragazzo italiano” (Feltrinelli) Gian Arturo Ferrari – storico volto dell’editoria italiana – ripercorre la storia del nostro paese lungo il corso del Novecento, vista e raccontata da un bambino, poi ragazzo, poi adolescente e che si prepara, infine, a diventare uomo. La storia di Ninni non è soltanto quella di un bambino che cresce, ma è anche e soprattutto la storia precisa e cristallina di una delle più preziose molle di promozione sociale che ancora possediamo: l’educazione.


Un bambino di quattro anni che smette improvvisamente di parlare. È appena nata sua sorella e lui, quasi in un atto involontario di rivolta, smarrisce le parole, finisce per vivere immerso nel silenzio, per identificarsi con questo. Comincia così “Breve storia del mio silenzio” (Marsilio), il romanzo di Giuseppe Lupo, un delicato ritratto familiare, ma anche un’indagine sul tempo e sui luoghi, e il tentativo di comprendere una vocazione il silenzio: a cui allude il titolo è forse la chiave, e al contempo l’intoppo, di questa intima storia autobiografica.


E’ un romanzo di (incompiuta) formazione “Giovanissimi” (NN Editore) di Alessio Forgione ed è ambientato negli anni ’80 a Soccavo, un quartiere di Napoli. Marco, detto Marocco per i capelli scuri e ricci, è un ragazzino mediamente intelligente ma niente affatto brillante, figlio di un semplice e onesto lavoratore e di una donna che lo ha abbandonato quando aveva 9 anni, e dal cui abbandono è rimasto comprensibilmente segnato. Marocco gioca a calcio a livello agonistico, non studia quasi, inizia a spacciare nei bagni della scuola. Forgione  racconta un mondo di ragazzini che crescono da soli, tra desideri di grandezza e delusioni repentine, piccoli crimini e grandi violenze, in attesa di scorgere il varco che conduce all’età adulta.


In questo periodo i dodici libri finalisti del riconoscimento letterario – promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega, con il contributo di Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con BPER Banca, sponsor tecnico Ibs.it – vengono letti e votati da una giuria composta dai 400 Amici della domenica, ai quali si aggiungono 200 studiosi, traduttori e intellettuali italiani e stranieri selezionati da 20 Istituti italiani di cultura all’estero; 40 lettori forti selezionati da 20 librerie indipendenti distribuite in tutta Italia, e 20 collettivi espressi da scuole, università e gruppi di lettura (tra cui 15 circoli costituiti presso le Biblioteche di Roma) per un totale di 660 persone votanti. I cinque finalisti del Premio Strega saranno annunciati il 9 giugno, mentre il vincitore sarà premiato nella suggestiva cornice di Villa Giulia il 2 luglio.


Infoline: BPER Forum Monzani, tel. 059 2021093


 


 


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza