Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Fanano, dove i pupazzi di neve regalano ancora sorrisi e battono i cellulari


FANANO. Nell'era di smartphone e tablet, c'è ancora chi è capace mettersi lì con pazienza e fantasia a fare un bel pupazzo di neve? È la domanda che, approfittando della neve fresca, si sono posti all'agriturismo del Cimone “La Palazza” (a Fanano in via Calvanella 710) e che hanno rilanciato proponendo il primo contest “Il pupazzo più pazzo” che ha sfidato piccoli e grandi a staccare da tutto per un paio d'ore riscoprendo l'arte antica, e fanciullesca, del creare personaggi con la neve muniti di rametti, bottoni, sciarpe, cappelli e l'immancabile carota-naso.



Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve
Fanano, il fascino dei pupazzi di neve



Lanciata in modo semplice, senza alcuna pretesa, l'idea ha calamitato qui una ventina di persone (due famiglie sono venute apposta da lontano e hanno dormito qui): tanti bimbi ma anche diversi adulti che non hanno saputo resistere alla tentazione. Alla fine, il campo con vista mozzafiato sul Cimone al tramonto è stato popolato da 12 pupazzoni che hanno creato un gioioso colpo d'occhio nella neve. 



«È stato un invito a riscoprire la gioia delle cose semplici, che noi facevano da bambini e che anche i bambini di adesso dovrebbero trovare il tempo di fare senza perdersi in mille attività virtuali – sottolinea Anna Maria Tonielli, responsabile della struttura e guida escursionistica – e il risultato è stato grandioso: bimbi presissimi dall'opera, e adulti anche di più. Il fascino antico del pupazzo di neve mantiene il suo richiamo: un gruppo di ventenni che ha saputo tardi della cosa si è già “prenotato” per la prossima volta. Perché appena ci sarà una bella nevicata vogliamo assolutamente riproporre il contest in maniera “professionale”: stavolta abbiamo regalato la merenda a tutti, ma per la prossima ci sarà un vero premio in palio». Nelle raffigurazioni non è mancato un richiamo al panda, in omaggio alla tradizione dell'agriturismo che da tanti anni collabora col Wwf, tra campi estivi e iniziative dedicate alla riscoperta della natura. —



D.M.