Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Carpi L’ultimo saluto al piccolo Amir «Ora riposa vicino alla sorellina»

il lutto

Saverio Cioce

Un centinaio di persone ha sfidato il caldo di ieri pomeriggio per seguire la piccola bara bianca nel cimitero di San Marino di Carpi.

Parenti, amici, e i vicini di casa di via Lago di Bolsena hanno voluto dare l’ultimo addio ad Amir Dahmane, il bambino di due anni caduto dal balcone al primo piano del grande condominio, dove vivono decine di famiglie maghrebine e straniere. Per le esequie, svolte con il rito islamico, è venuto l’imam che ha guidato la preghiera. In prima fila i genitori con gli altri due figli di sei e quattro anni.

Tante le manifestazioni di affetto e cordoglio iniziate di primo mattino, con le condoglianze di chi è venuto anche da altre città. Per non sfigurare i vicini hanno pulito tutte le aree condominiali e il tratto di strada dove si è fermato il corteo funebre.

Una volta nel cimitero di San Marino il piccolo è stato tumulato accanto alla sorellina, morta subito dopo la nascita cinque anni fa.

A giorni la famiglia lascerà Carpi per emigrare definitivamente in Francia dove il padre ha trovato lavoro come camionista.

«A Carpi ho abitato per vent’anni - dice il signor Hamid Dahmane - I miei figli sono tutti nati qui, hanno fatto le scuole a Carpi, con tanti amici. Qui sono riuscito a comprare il piccolo appartamento dove vivevamo e dove torneremo per le vacanze, ogni estate. Ma ora lavoro in Francia e anche la famiglia mi ha seguito. Quando è successa la disgrazia eravamo appena tornati da pochi giorni per fare le pratiche e gli ultimi documenti in modo da regolarizzare la nostra posizione amministrativa, per iscrivere nella nuova scuola e all’asilo i miei figli. A Carpi resteremo sempre legati e ogni volta che torneremo andremo sulla tomba di Amir. Era un bambino meraviglioso». Così dicendo il papà si commuove e mostra la foto del piccolo che ha messo sul telefono. Il viso sorridente di Amir che gioca nel parco davanti a casa è l’immagine che vuole portare sempre con sè. —




Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza