Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

Campogalliano Coop Bilanciai cresce a 70 milioni e regge nonostante il Covid Rinuncia ai dividendi


CAMPOGALLIANO Ha più di 70 anni ma non li dimostra, cerca semmai di innovarsi e regge sul mercato anche in tempi difficili come questi.



La Cooperativa Bilanciai di Campogalliano si è sempre occupata di pesature industriali ma non più di un anno fa il suo presidente Enrico Messori dichiarava alla Gazzetta: «Noi siamo essenzialmente dei rilevatori di grandezze fisiche e in questo ambito deve essere il nostro futuro». Messori, 57 anni, dal 2017 ha preso il posto di Roberto Vezzelli alla guida di questa importante cooperativa. La società ha presentato il resoconto 2019 di Bilanciai Group, da cui emerge una conferma sui livelli raggiunti nell’anno precedente, consolidati da una tenuta anche nella fase tremenda di questo primo semestre 2020 caratterizzato dall’emergenza sanitaria, Il fatturato si è attestato a 70 milioni e 845mila euro, mentre nel 2018 era poco più di 69 milioni, con un utile netto consolidato di 5 milioni e 575mila euro (7,7% sul valore della produzione). L’anno prima l’utile era stato di 4 milioni e 371mila euro.



L’utile riferito alla sola Coop Bilanciai è stato di 3 milioni e 180mila euro (nel 2018 aveva raggiunto i 3 milioni e 006mila euro).



Il patrimonio netto consolidato è a quota 35 milioni e 53mila euro (era 29 milioni e 321mila euro nel 2018). L’azienda è presente in 7 Paesi europei e negli Stati Uniti.



«Siamo una realtà produttiva e commerciale in espansione - ha detto il presidente Messori - attenta all’innovazione strategica e tecnologica, con un forte legame con il territorio e una spiccata attenzione alla valorizzazione delle risorse umane, alla responsabilità sociale d’impresa e alla solidarietà». Con queste parole Messori ha sintetizzato i risultati nell’assemblea dei soci che si è tenuta ieri in remoto in base alle normative per la prevenzione del contagio.



«L’ottima performance operativa del 2019 – aggiunge Messori – si evidenzia anche con un significativo incremento del patrimonio sociale grazie alla fusione per incorporazione di CB Seat Care e al trasferimento del centro LAT, Centro di taratura Accredia, presso la sede sociale. In una situazione economica di perdurante sofferenza nel nostro Paese, la strategia aziendale continua a sostenere l’innovazione e lo sviluppo dei prodotti, ponendo comunque attenzione alla difesa dei volumi e dei margini, senza ignorare lo scenario futuro che si rivela incerto per un possibile ritorno dell’emergenza Covid 19. Proprio alla luce di queste incertezze, la cooperativa ha scelto di non procedere alla distribuzione di dividendi».



Nel 2019 l’organico aziendale è passato da 222 a 224 dipendenti nello stabilimento di Campogalliano, mentre il gruppo nel suo complesso raggiunge i 439 dipendenti.



«Buona occupazione e valorizzazione delle risorse umane – spiega il presidente – per noi sono fattori chiave e, insieme al senso di appartenenza alla cooperativa, ci hanno permesso di affrontare con consapevolezza e condivisione degli obiettivi anche la sfida dell’emergenza sanitaria».



Il legame con il territorio si è consolidato con il sostegno alle diverse iniziative a carattere culturale, sportivo e sociale che da anni caratterizza l’impegno di Coop Bilanciai, a partire dal ruolo che svolge nell’attività del Museo della Bilancia, oltre alla partecipazione a Modena Smart Life, alle borse di studio per i figli dei dipendenti laureati e diplomati, ai contributi per il Viaggio della Memoria dei ragazzi di Campogalliano, a società sportive e associazioni, fino alla fornitura e alla manutenzione degli strumenti di pesatura e prezzatura per l’associazione Il Tortellante. —

 


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza