Modena.press

Tutte le notizie su Modena e dintorni

Cerca e leggi le ultime Notizie su Modena, Emilia Romagna e dintorni via Rss

News dai principali organi di informazione in costante aggiornamento

A Prignano arriva la panchina gigante che sta comparendo in tutto il Belpaese


PRIGNANO Una panchina gigante da cui ammirare la bellezza delle vallate, sentendosi “piccoli”. E per questo ritornando a un po' della meraviglia di quando da bambini ci si sedeva per guardare il mondo senza toccare terra.



L'idea è venuta nel 2009 al designer statunitense Chris Bangle dopo il suo trasferimento nel borgo piemontese di Clavesana assieme alla moglie Catherine. Affascinato dalla bellezza del panorama delle Langhe, Chris in Borgata Gorrea nel 2010 posizionò il primo esemplare da lui disegnato di “Big Bench” (“grande panchina” appunto) che divenne subito un'attrazione, suscitando entusiasmo e emulazione.



Che lui stesso incoraggiò con il "Big Bench Community Project”, per sostenere le comunità locali, il turismo e le eccellenze artigiane dei paesi (per lo più piccoli) che decidevano di istallare una panchina uguale. Di cui lui stesso forniva gratuitamente il disegno, chiedendo solo che l'istallazione fosse in un punto panoramico, su terreno accessibile a tutti in spirito social, e realizzata senza fondi pubblici.



La cosa è diventata virale nel piemontese, con decine e decine di panchine in tutta la regione, poi in Lombardia e alta Italia, l'arrivo in Emilia, nell'aretino e fino in provincia di Potenza. Nessuna nel modenese, finché la Nuova Pro Loco di Prignano non ha pensato di portarne una sul suo territorio.



Verrà inaugurata sabato alle 17 sul Monte Pedrazzo, lo splendido punto panoramico (a 704 metri) che sovrasta il paese, posta su un terreno privato ma lungo l'anello escursionistico di 5 km inaugurato un mese fa, accessibile a tutti.



«L'idea è venuta a una delle nostre ragazze, Frida, che andando in Piemonte ha visto una di queste panchinone e ne è rimasta entusiasta: sembra davvero di tornare piccoli a sederci sopra – sottolinea Rossella Canali, segretaria dell'associazione – così abbiamo preso contatti con la Big Bench Community Project e abbiamo trovato disponibilità assoluta. Abbiamo detto che come Nuova Pro Loco avremmo sostenuto tutte le spese, mostrato il luogo di posizionamento e nel giro di pochissimo è arrivato l'ok per la nostra panchinona lunga 3,20 metri, alta 2,30 e larga 1,80.



E ce l'hanno approvata anche blu cielo, nonostante gran parte delle Big Bench siano rosse come la prima. Sarà la numero 108 della rete, e anche noi potremo distribuire “passaporti” agli appassionati che gireranno l'Italia per visitare le panchine. Facendo ovviamente il nostro timbro». Sabato verranno fatti i primi, poi i “cacciatori di panchine” si potranno rivolgere tutti i giorni all'Happy Bar in centro. Parte del ricavato dalla vendita dei passaporti (a 6 euro) verrà poi dato alla Big Bench per il sostegno di progetti solidali.



L'iter progettuale è stato seguito dal geometra Alberto Manelli, il maxi telaio è stato realizzato dal fabbro Antonio Casolari, per le tavole di legno ci si è rivolti alla Gama di Montecavolo e il “mastro Geppetto” per le rifiniture (tanto di scaletta per salire e bacheca per lasciare i messaggi) è stato Luca Macchioni. «Ci crediamo veramente tanto in questa cosa: porterà sicuramente turisti a vedere il nostro bellissimo territorio – nota Giovanni Pugnaghi, presidente della Nuova Pro Loco – e a perdersi con lo sguardo da un punto panoramico mozzafiato». —

 


Modena.press condivide questi Contenuti utilizzando una Licenza